LM14 Lettere, Filologia Moderna e Industria Culturale

Ultimo anno accademico di attivazione: 2017/2018

Docenti di riferimento a.a 2017-2018: Maria Sotera Fornaro, Maria Teresa Laneri, Marco Manotta, Giampaolo Mele, Aldo Maria Morace, Filippo Sani, Marina Sechi, Giovanni Strinna

Docenti aggregati a.a. 2017-2018: Giuliana Altea, Fabrizio Ara, Tania Baumann, Davide Bilò, Mario Bosincu, Paola Cadeddu, Antonella Camarda, Lucia Cardone, Sara Chessa, Massimo Dell’Utri, Simonetta Falchi, Franco Lai, Laura Luche, Dino Manca, Luigi Matt, Paola Ruggeri, Loredana Salis, Simonetta Sanna

Rappresentanti degli studenti: in attesa di nuove elezioni

Corsi a esaurimento collegati: LM14 Filologia, Industria Culturale e Comunicazione; LM15 Filologia, Letterature e Storia dell’Antichità; LM14-LM15 Scienze delle Lettere Classiche e Moderne; classe 14 Teoria e tecniche dell’informazione; LM14-LM65 Scienze delle lettere e della comunicazione multimediale

MODALITÀ DI ACCESSO

Accesso libero con verifica obbligatoria dell'adeguatezza della preparazione personale

La verifica dell'adeguatezza della preparazione personale è obbligatoria. I candidati dovranno presentarsi al colloquio obbligatorio muniti di documento di identità valido e della carriera universitaria pregressa, completa di insegnamenti sostenuti, CFU e relativi Settori Scientifici Disciplinari (SSD).

L'esito positivo del colloquio è vincolante per potersi immatricolare, così come il possesso dei requisiti curriculari.

Regolamento didattico del corso

OBIETTIVI FORMATIVI QUALIFICANTI (DM 16/03/2007)

I laureati nei corsi di laurea magistrale della classe devono:
* possedere una preparazione approfondita atta a sviluppare autonome capacità nei settori della filologia medievale, moderna e contemporanea e delle relative letterature, sulla base di conoscenze metodologiche, teoriche e critiche;
* possedere solide basi teoriche sui processi di comunicazione in generale e sui meccanismi della produzione e della comunicazione letteraria in particolare, nonché delle problematiche emergenti dai nuovi canali della trasmissione dei testi contemporanei;
* possedere i fondamenti della conoscenza teorica del linguaggio;
* possedere una conoscenza specialistica di specifiche lingue e letterature del medioevo e dell'età moderna e contemporanea;
* essere in grado di utilizzare in maniera adeguata i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza;
* essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.

Sbocchi occupazionali e attività professionali previsti dai corsi di laurea sono in settori, nei quali svilgeranno funzioni di elevata responsabilità, come:
* industria culturale ed editoriale;
* istituzioni specifiche, come archivi di stato, biblioteche, sovrintendenze, centri culturali, fondazioni;
* organismi e unità di studio presso enti ed istituzioni, pubbliche e private, sia italiane che straniere.

Gli atenei organizzano, in relazione ad obiettivi specifici ed in accordo con enti pubblici e privati, stages e tirocini.